Le proprietà del polline, ottimo integratore alimentare

polline biologico petrilliIl polline(che potete acquistare da noi) è un portentoso integratore naturale con diverse proprietà: contiene infatti tantissime sostanze e micronutrienti che stimolano le difese immunitarie e l’attività del sistema enzimatico antiossidante, con benefici su tutti i sistemi corporei.

PRINCIPALI SOSTANZE CONTENUTE NEL POLLINE ED EFFETTI SUL NOSTRO ORGANISMO

Il polline è, prima di tutto, una ricca fonte di selenio che contrasta l’azione invecchiante dei radicali liberi e, in sinergia con la vitamina E, tonifica muscoli e cuore. Contiene,inoltre, elevati livelli di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e un aminoacido, la lisina, che protegge il cuore.
Grazie alla vitamina C il polline aiuta inoltre a combattere infiammazioni e stress, a eliminare le tossine e a rafforzare mucose e capillari.
Un’altra vitamina che troviamo nel polline è la vitamina A, presente come betacarotene.Questa agisce sulle mucose, sugli occhi e sulla vista, proteggendole  . Sovrintende,inoltre, all’attività dell’ipofisi e alla regolazione del sonno.
Il polline contiene poi aminoacidi, ferro, vitamine del gruppo B, acido folico, manganese e niacina, che rigenerano ormoni e tessuti nervosi. E’ presente anche la vitamina D, che protegge le articolazioni.
Altri due aminoacidi (tirosina e metionina) combinati con lo iodio sovrintendono al corretto funzionamento della tiroide.
Infine zinco ed acido glutammico migliorano l’attività dei neuroni.

PROPRIETA' RICONOSCIUTE AL POLLINE

Rafforza le difese immunitarie contribuendo a prevenire aggressioni microbiche. Regolarizza le perturbazioni funzionali, riequilibrando i metabolismi fragili. E' un ottimo integratore per convalescenti, persone affaticate, indebolite, intossicate, donando difatti energia.

Aiuta le persone che soffrono di anoressia a ritrovare l’appetito e riacquistare peso. E’ raccomandato in tutti i casi di decalcificazione, rachitismo, ritardi nella crescita, allattamento. È anche un eccellente rimedio contro l’anemia. Per quest'ultimo motivo è considerato un ottimo integratore per i vegetariani.

Molto utile nei periodi di stress, combatte l'affaticamento intellettuale, la nevrastenia, l’astenia. Migliora l’attività del cervello, il lavoro intellettuale, la memoria.

Regolarizza le funzioni intestinali, ristabilisce le funzioni dell’intestino perturbato da costipazione cronica o diarrea. Combatte la colite, gli stati fermentativi, è sussidiario nei trattamenti di colibacillosi, grazie alla sua azione attiva sui batteri intestinali patogeni.

 Combatte efficacemente la caduta dei capelli grazie alla rutinasostanza che agisce anche sulla circolazione: allevia, infatti, i sintomi della circolazione linfoematica degli arti inferiori. 
In generale il polline, in virtù dei suoi flavonoidi (catechina e epicatechina), riduce l’ipertensione e previene la fragilità capillare; sempre grazie alla rutina combatte arteriosclerosi e trombosi e allevia varici ed emorroidi. Inoltre abbassa i livelli di colesterolo cattivo e di trigliceridi.

È ottimo contro l’astenia sessuale e l’impotenza.

Aiuta a combattere l’invecchiamento precoce e la senescenza. Per gli uomini agisce in modo efficace contro l’ipertrofia della prostata. Alcuni autori riportano di azione ‘miracolosa’ in caso di adenoma prostatico. È accertato che il consumo quotidiano del polline permette di guarire prostatiti gravi, ribelli ad ogni forma di trattamento. In molti casi, grazie alle sue proprietà decongestionanti e antiflogistiche, permette di evitare l’operazione alla prostata in uomini in cui l’asportazione di tale organo pare essere l’unico modo per porre fine alle sofferenze provocate dall’ipertrofia, che comprime l’uretra prostatica, impedendo alla vescica di svuotarsi.

Il polline è indicato nei casi di stanchezza legati a malattia e convalescenza. Grazie alla massiccia presenza delle vitamine del gruppo B oltre che del ferro, rimette in forza i soggetti debilitati, fa aumentare l’appetito e previene le anemie.

COME E QUANTO POLLINE ASSUMERE

La dose quotidiana di polline consigliata è di un cucchiaino al giorno, meglio al mattino a colazione: poiché ha un effetto tonico, è meglio evitarlo alla sera. Secondo alcuni autori, in periodi di forte stanchezza, si può arrivare a 3 cucchiaini nell’arco di 24 ore.
Può essere masticato o triturato(la capsula esterna non viene digerita dallo stomaco, pertanto sconsigliamo di ingoiarlo cosi com'è). Può essere inoltre sciolto in bevande tiepide(il calore elevato potrebbe inattivare alcune sostanze), cercando di evitare però di scioglierlo in tea o caffè(contrastano alcuni effetti del polline). Noi ne consigliamo l'assunzione con miele(per esempio su una fetta biscottata) o con yogurt o camomilla.

Il ciclo di assunzione è solitamente di un mese : va ripetuto in primavera e in autunno se non si è presenza di casi particolari come convalescenze, depressione, immunodeficienza. In questo caso la terapia può durare anche per 2-3 mesi.  Sebbene il polline non porti alcun effetto collaterale(eccetto naturalmente casi di allergia), tra un ciclo e l'altro consigliamo sempre una pausa, come per tutti gli integratori.

N.B. E' consigliabile conservare il polline lontano da fonti di luce e calore.

 

Fonte: obiettivobenessere.tgcom24.it

Apri Chat -- Siamo Online Contattaci!
1
Close chat
Salve! Grazie per aver visitato il nostro sito, per qualsiasi dubbio o curiosità scrivici, siamo a tua disposizione e ti risponderemo nel minor tempo possibile :)

Inizia la conversazione